Seleziona una pagina
azienda agricola pelagilli
olio pelagrilli dop biologico italiano

Olio Extravergine di Oliva

1920 -2020   Cento anni di storia

MONTELEONE D’ORVIETO
TERNI – UMBRIA – ITALIA

Contatti

Dove Siamo

Autostrada del Sole (A1) Milano – Roma, uscita di Fabro

Azienda Agricola Pelagrilli
Vic. Brecciarello, 3/A – 05017 Monteleone d’Orvieto (TR) – Italia

Contattaci

 

Compila il form per ricevere le informazioni di cui hai bisogno.

E-mail: ordini@pelagrilli.it
Telefono: +39 0763 835097

Sei un operatore? 
indicalo nel form e scarica il catalogo

 

Ho preso visione della informativa sulla privacy

Dal 1920 Olio Pelagrilli

 

Come nel 1920, quando mio nonno lavorava con il molino a macine trascinate da buoi, ancora oggi l’Azienda Agricola Pelagrilli produce e seleziona la migliore qualità di olio extravergine di oliva, mantenendo intatta la genuinità, la fragranza e il gusto di questo antico alimento.

La produzione diretta avviene attraverso la conduzione di oliveti di proprietà e in affitto.
L’azienda è dotata di un frantoio aziendale, di una sala di stoccaggio olio con cisterne sotto azoto, sala di confezionamento e sala degustazione per accogliere i nostri Clienti.

I Clienti nello spaccio agricolo aziendale oltre  al nostro olio possono trovare alcune produzioni locali di altre aziende agricole, come legumi, pasta, vino, birra, marmellate, zafferano e le nostre ceramiche artigianali prodotte in Umbria.

La nostra azienda si trova in Umbria, a Monteleone d’Orvieto, un borgo medievale che è stato inserito nel circuito dei piccoli Borghi più belli d’Italia e si trova a 25 km a nord di Orvieto, al confine con la Toscana, una zona nota soprattutto per la bellezza dei suoi oliveti che popolano le colline attorno al paese.

La gestione familiare, insieme al rispetto della tradizione, assicurano l’elevato standard di Qualità del prodotto, apprezzato da moltissime famiglie.

Monteleone di Orvieto

 

Monteleone di Orvieto è un antico borgo medioevale posto all’estremo nord della provincia di Terni, arroccato su uno dei colli che separano l’Orvietano da Città della Pieve, da cui si possono ammirare le colline e i monti toscani e laziali e la Valle del Chiani; fu per questa sua posizione strategica che Orvieto, intorno al 1050, decise di insediarvi un castello a guardia dei suoi confini settentrionali.

Dell’originario Castello, saccheggiato e distrutto dai fiorentini nel 1643, oggi rimangono da ammirare la porta di accesso, alla base della Torre mozza, il Torrione con le sue mura di difesa, in Teatro comunale dei “Rustici”, piccolo gioiello architettonico, ricavato nel 1732 da un palazzo medioevale, i vicoli caratteristici, il Pozzi medievale, ed altre costruzioni situate nella piazza principale del paese, tutti collocati all0interno del vecchio borgo.

Sono inoltre da vedere: la Torre Civica (1890), la Chiesa del SS. Crocifisso (1637), con all’interno un bellissimo altare barocco e la Chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo che ha al suo interno un affresco raffigurante una “Madonna con bambino con ai lati i Santi Pietro e Paolo”, una Pietà della scuola di Pietro Vannucci, detto il Perugino, (fine XV secolo) e una Cripta con i resti di San Teodoro Martire.

Monteleone vanta anche altri illustri natali fra i quali: Consiglio Dardalini, mastro vetraio, che nel 1321 fu incaricato da Lorenzo Maitani di provvedere alle necessità di vetri e materiali musivi per l’Opera del Duomo di Orvieto e Piero Bilancini, poeta e scrittore vissuto nell’800 che seguì le orme del Carducci.